Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Morte

La morte di un cittadino italiano o del suo coniuge straniero avvenuta all’estero deve essere registrata nei Registri di Stato Civile del Comune italiano competente.

Le annotazioni di morte sugli atti di matrimonio non possono essere utilizzate per registrare una morte in Italia: è sempre necessario presentare la documentazione completa, seguendo le istruzioni riportate di seguito.

Le trascrizioni brasiliane di atti di morte emessi da altri Stati esteri non producono effetto in Italia e non possono essere usate per registrare un decesso.

Per registrare una, gli italiani residenti in questa circoscrizione consolare e regolarmente iscritti all’AIRE devono inviare per posta con A/R all’indirizzo A/C Ufficio Stato Civile, Consolato Generale d’Italia a San Paolo, Avenida Paulista 1963, 01311 -300 Sao Paulo (SP) la seguente documentazione:

morte avvenuta in Brasile:

  • originale dell’atto di morte rilasciato dal “Cartório” che ha effettuato la registrazione della morte con Apostille e traduzione giurata in italiano, anch’essa con Apostille
  • copia semplice della carta d’identità o RNE della persona deceduta

morte avvenuta in altro Stato estero:

  • originale dell’atto di morte emesso dalle autorità dello Stato estero dove è avvenuta la morte secondo le istruzioni presenti sul sito della Rappresentanza Diplomatico/Consolare Italiana dello Stato estero in cui è avvenuta la morte