Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

CONTRIBUTI ALLA STAMPA PERIODICA ITALIANA ALL’ESTERO - NUOVO REGOLAMENTO

Data:

22/10/2014


CONTRIBUTI ALLA STAMPA PERIODICA ITALIANA ALL’ESTERO - NUOVO REGOLAMENTO

Dall’8 ottobre di quest’anno è entrato in vigore il D.P.R. n. 138/2014  riguardante il nuovo “Regolamento relativo ai criteri e modalità per la concessione dei contributi a favore dei periodici italiani pubblicati  all’estero e delle  pubblicazioni  edite in Italia e diffuse  prevalentemente all’estero”.

Per quest’anno l’art.7 del suddetto Regolamento dispone che le domande di contributo relative alle pubblicazioni dell’anno 2013  siano presentate entro tre mesi dalla data di entrata  in vigore  del provvedimento stesso, ovvero entro il 7 gennaio 2015.  

Si attira l’attenzione degli interessati sulle seguenti novità, introdotte dal Regolamento:

- sono ammesse ai contributi anche le pubblicazioni on line diffuse anche  con abbonamenti a pagamento;
- viene richiesta una certificazione su tiratura, numero di uscite annue,  distribuzione e vendita delle pubblicazioni. La certificazione  deve essere rilasciata  da primarie società di revisione. In alternativa alla suddetta certificazione, alla domanda può essere allegata  l’ordinaria documentazione dimostrativa, ma in tal caso il contributo eventualmente spettante sarà ridotto del 30%;
- viene istituita una quota di riserva  per i periodici che esprimono specifiche  appartenenze politiche culturali religiose, per la quale gli editori dovranno esprimere  specifica richiesta.

I requisiti  che le pubblicazioni devono  possedere per essere ammesse  ai contributi dei periodici italiani editi e diffusi all’estero sono:

- pubblicazione da almeno tre anni;
- periodicità almeno trimestrale; 
- testi scritti in lingua italiana almeno per il 50%, per la trattazione di argomenti che apportino contributo alla diffusione della lingua  e della cultura italiana e alla promozione del sistema Italia all’estero.   

Si allegano lo schema di domanda , un modulo ed un prospetto da compilare e da allegare alla domanda ,  il tutto  da presentare alla rappresentanza diplomatica o consolare  italiana territorialmente competente per il luogo della sede legale dell’editore.

San Paolo, 15/10/2014




150