Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

LISTA DEI DOCUMENTI CHE DOVRANNO ESSERE CONSEGNATI NEL GIORNO FISSATO

 

LISTA DEI DOCUMENTI CHE DOVRANNO ESSERE CONSEGNATI NEL GIORNO FISSATO

 

 LISTA DEI DOCUMENTI CHE DOVRANNO ESSERE CONSEGNATI NEL GIORNO FISSATO

Gli interessati dovranno presentarsi all’appuntamento muniti della DOCUMENTAZIONE COMPLETA E BEN ORGANIZZATA, come illustrato più avanti.

Al fine di velocizzare il servizio, prima di presentarsi in Consolato, verificare previamente che il modulo dell'ISTANZA DI RICONOSCIMENTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA e il modulo di INFORMAZIONI PERSONALI  siano entrambi compilati e FIRMATI. Questi due moduli sono necessari per ogni maggiorenne richiedente.

I richiedenti maggiorenni possono essere rappresentata da un unico membro della famiglia, opportunamente “delegato”, con una DELEGA semplice, senza necessità di firma riconosciuta presso il “Cartorio” (é comunque indispensabile che la firma fatta su la delega corrisponda alla firma riportata nel documento di identità allegato). 

Si ribadisce che il pagamento del contributo dovuto per tutte le persone della stessa "Ficha de Requerimento" (F.R.)  avviene con un unico “boleto” bancario e che tutte le persone che sono/saranno maggiorenni il giorno della convocazione sono tenute al pagamento del contributo.

A T T E N Z I O N E

Gli interessati che non si presenteranno nel giorno della convocazione PERDERANNO IL PROPRIO TURNO di ricevimento e dovranno rientrare nella fila d’attesa, inviando una nuova richiesta di appuntamento. 

Dovranno fare nuova richiesta ed attendere in fila d'attesa anche gli interessati che nel giorno della convocazione non presentino il bollettino, precedentemente ricevuto via mail, dovutamente pagato.

  

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IL GIORNO DELLA CONVOCAZIONE

Come per l’ascendente/avo italiano tutti gli atti di stato civile brasiliani (nascita, matrimonio, morte) degli altri eventuali discendenti dello stesso avo che trasmettono al richiedente la cittadinanza italiana dovranno essere in originale e in formato integrale, con l'Apostille.

A partire da agosto 2019, per TUTTI i documenti prodotti in Brasile sarà necessario presentare anche la TRADUZIONE in lingua italiana effettuata da un traduttore giurato, traduzione anch'essa con Apostille.

 

  • Ricevuta/Comprovante del Pagamento del contributo;

 

 

  • Documentazione riguardante l'ascendente (avo italiano nato in Italia/dante causa):

1. Certificato di nascita in originale(Estratto dell’atto di nascita) dell’antenato italiano, nato in Italia e che ha dato origine alla cittadinanza, completo di generalità dei genitori. Questo documento dovrà essere richiesto al Comune italiano di nascita dell’ascendente. Se i registri anagrafici non erano ancora in uso all’epoca della nascita dell’antenato, occorre presentare il Certificato di Battesimo in originale rilasciato dalla Parrocchia, con riconoscimento della firma del Parroco da parte della Curia Vescovile competente.

2. Certificato di NON NATURALIZZAZIONEdell’avo italiano, emesso dal Ministero della Giustizia brasiliano (http://www.justica.gov.br/acesso-a-sistemas/e-certidao) con l'Apostille.
A partire da agosto 2019 sarà necessaria la TRADUZIONEin lingua italiana effettuata da un traduttore giurato, ricordando che é richiesta tale traduzione con Apostille. Questo certificato dovrà riportare tutte le eventuali variazioni di nome e cognome dell’ascendente italiano che risultano nei certificati di stato civile brasiliani o che eventualmente siano state oggetto di rettifica giudiziale (es.: Mario Rossi, Mario Rosi, Marrio Rossi, Marrio Roci… tutte le varianti con cui la stessa persona viene citata in tutti gli atti di stato civile presentati per l’istanza di riconoscimento della cittadinanza italiana). Non è quindi necessario per queste varianti richiedere la rettifica di atti di stato civile.
Nel caso in cui l’ascendente sia vivo, il Certificato Negativo di Naturalizzazione potrà essere sostituito dalla Carta di identità per stranieri (RNE).

2a. L’eventuale naturalizzazione dell’ascendente italiano non impedisce la trasmissione della cittadinanza, a condizione che la naturalizzazione sia avvenuta dopo la nascita dei figli. Si dovrà presentare il Certificato di Naturalizzazione in originale con l'Apostille. A partire da agosto 2019 sará necessario presentare la TRADUZIONE del documento in lingua italiana effettuata da un traduttore giurato, traduzione anch'essa con l’Apostille.

2b. Nel caso in cui l’ascendente italiano abbia risieduto in paesi diversi da Brasile e Italia (esempio: l’antenato è stato residente in Argentina prima di emigrare in Brasile), sarà necessario presentare anche un Certificato Negativo/Positivo di Naturalizzazione rilasciato dalle autorità dei paesi nei quali si è eventualmente risieduto. L’interessato dovrà rivolgersi al Consolato italiano competente per il luogo di rilascio del documento, il quale fornirà le istruzioni circa la legalizzazione e la traduzione degli atti richiesti.

3. Certificati di Matrimonio e di Morte dell’ascendente italiano: atti brasiliani in originale, in formato integrale, con l'Apostille. A partire da agosto 2019 sará necessario presentare la TRADUZIONE dei documenti in lingua italiana effettuata da un traduttore giurato, traduzione anch'essa con Apostille. 

3a. Se il matrimonio è stato celebrato in Italia, presentare l’Estratto dell’atto di matrimonio, in originale, rilasciato dal competente Comune.
3b. Nel caso in cui l’ascendente italiano si sia sposato più volte è necessario presentare i certificati di tutti i matrimoni, il/i certificato/i di morte del/i precedente/i coniuge/i (o eventuali divorzi) e il certificato dell’ultimo matrimonio.
3c. Se il matrimonio o la morte si sono verificati in paesi terzi (per esempio, nascita in Italia, matrimonio in Argentina, morte in Brasile), sarà necessario produrre i rispettivi certificati emessi dalle autorità competenti (legalizzati o Apostillati).

 

  • Documenti riguardanti i discendenti - dall'avo fino al richiedente escluso: Come per l’ascendente/avo italiano (il “dante causa” della cittadinanza italiana), tutti gli atti di stato civile brasiliani (nascita, matrimonio, morte) degli altri eventuali discendenti dello stesso avo che trasmettono al richiedente la cittadinanza italiana – ma con esclusione del richiedente- dovranno essere in originale e in formato integrale, con l'Apostille. A partire da agosto 2019 sará necessario presentare anche la TRADUZIONE dei documenti in lingua italiana effettuata da un traduttore giurato, traduzione anch'essa con Apostille.

 

  • Documenti riguardanti il richiedente:

1. Modulo "ISTANZA DI RICONOSCIMENTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA" debitamente compilato, datato e firmato da ogni richiedente maggiorenne.

2 . MODULO DI INFORMAZIONI PERSONALIdebitamente compilato, datato e firmato da ogni richiedente maggiorenne.

3. Fotocopia semplice della CARTA D'IDENTITÀ (RG) brasiliana emessa entro i dieci anni precedenti al momento della convocazione o del passaporto valido. Non saranno accettati la patente di guida (CNH) o altri documenti di riconoscimento.

4. PROVA DI RESIDENZA NOMINALE E RECENTE del richiedente maggiorenne. Nel caso di persone coniugate, sarà accettata la prova di residenza del coniuge (premesso che il matrimonio sia consegnato come da istruzioni del punto 5). Possono essere presentati: bolletta della fornitura di energia elettrica, acqua, gas, ricevuta di pagamento delle tasse universitarie nella quale compaia l’indirizzo dello studente, lettera di avviso del pagamento della pensione, bolletta del cellulare, estratto conto bancario, estratto della carta di credito.

5. TUTTI GLI ATTI BRASILIANI DI STATO CIVILE DEL RICHIEDENTE (es. nascita, matrimonio e divorzio) dovranno essere in originale e in formato integrale, con l'Apostille. Tali atti dovranno essere debitamente tradotti in lingua italiana da un traduttore giurato e anche le traduzioni dovranno avere l'Apostille.

 

 


566